Noemi confessa: “La metamorfosi non è finita”

noemi

Noemi, intervistata dal Corriere della Sera, ha raccontato la sua metamorfosi e cos’è scattato in lei tanto da averla portata ad un radicale cambiamento fisico e interiore. La cantante romana spiega poi come mai il padre non è più il suo manager.

In una recente intervista la cantante romana ha spiegato la sua rivoluzione a 360 gradi; Noemi, all’età di 39 anni, ha intrapreso un percorso interiore che l’ha portata ad un importante cambiamento anche fisico. Veronica Scopelliti, questo il suo vero nome, oggi ha una nuova visione della vita ed un diverso modo di approcciarsi alla musica.

La famosa cantante dai capelli rosso fuoco è impegnata in uno splendido tour, intitolato Metamorfosi, con cui sta girando l’Italia; Metamorfosi è anche il titolo dell’album presentato a Sanremo 2021 e dedicato al profondo cambiamento interiore e fisico che ha deciso di intraprendere la giovane artista romana.
Un vero e proprio nuovo status interiore con cui crescere e confrontarsi.

Grande successo sta riscontrando anche il brano Makumba in cui Noemi collabora con Carl Brave e che è valso alla coppia il disco di platino.
Ma cos’è scattato nella testa della cantante da portarla ad un cambiamento così radicale e profondo?

“Da una riflessione personale che il lockdown ha reso più profonda, perché quando capisci che qualcosa che non va, fa bene fermarsi un attimo. La mia metamorfosi non è ancora finita, ma sono uscita da una sensazione di torpore: non mi sentivo più dinamica e mi ero ripiegata su me stessa”.

Anche il suo lato artistico ha risentito di questa rivoluzione dato che Noemi, sempre al Corriere della Sera, ha raccontato di aver deciso di rivolgersi ad un un vibe più contemporaneo così che, grazie anche all’aiuto di un vocal coach, è riuscita a dare  “nuovi colori alla mia voce”.

Un’altra decisione importante presa dall’artista romana è stata quella di cambiare i suoi manager che prima erano il padre e la sorella. Perché?

“Collaborare con qualcuno che non è tuo papà permette di avere la giusta distanza perché quella persona può dare consigli in modo più obiettivo. L’affetto e la protezione di un genitore sono bellissimi ma a volte non aiutano. Io avevo bisogno di qualcuno che mi vedesse come una cantante. È stata una scelta che ho fatto per poter evolvere, assolutamente compresa”.

Sicuramente per Noemi si è aperto un novo importante capitolo della sua vita; la giovane cantante oggi vede le cose in maniera diversa ed affronta le difficoltà con maggiore consapevolezza e fiducia in sé stessa.
Sicurezza e serenità che trasmette quando si esibisce sul palco, brava!

Noemi confessa: “La metamorfosi non è finita”ultima modifica: 2021-08-09T14:10:10+02:00da pallonate

Add a Comment